Google Translator

Natività di Maria 2019

E’ ormai una forte tradizione per la Parrocchia di San Biagio, in Vasciano di Stroncone, celebrare solennemente la “Natività della Vergine Maria.” Una festa che raccoglie l’intero paese e anche zone vicine per partecipare alle “Celebrazioni Eucaristiche” e “Processioni fino alla Chiesina di San Rocco e far ritorno, ancora in Chiesa, per la solenne Benedizione.”

I bravi Festaroli con la Proloco, hanno lavorato non poco dando vita ad una perfetta organizzazione col fine di rendere più belle le serate del 7 e 8  Settembre.  Le bravissime e simpatiche Majorette e la Ass. Banda Musicale Cucchi di Configni” e poi, ancora, il complesso musicale di Roberto Carpineti, per le Serate Danzanti, l’animazione per Bambini con il gruppo “Oltrevento” e la Comapgnia de Lu Teatru  con la Commedia “La Moje Matta.” Tutto un magnifico contorno che ha reso più bella la festa in onore della Vergine Santa. Infine: “Processioni con la statua della Madonna e Fuochi d’Artificio”, hanno rallegrato gli occhi e illuminato il cielo di mille colori.

“Naturalmente tutta la festa raccoglie i fedeli e ruota intorno alla Vergine Maria che ha dato al mondo Gesù il Figlio di Dio, Autore della nostra Salvezza.” Così ha predicato p. Luca Di Pasquale, novello sacerdote del Sacro Speco e operatore Pastorale nella Parrocchia di San Biagio, Vescovo e Martire, la sera del Sabato. Come anche p. Claudio, alla Messa nel giorno di Domenica, alla presenza del nuovo eletto Sindaco di Stroncone, Giuseppe Malvetani. P. Claudio ha anche Benedetto l’Arma e la Bandiera dei Carabinieri che hanno partecipato e suonato “Il Silenzio” ai Caduti dell’ultima guerra. 

“Pensiamo che la Pace sia assenza di guerra e noi… non siamo in guerra. E allora come mai chiediamo la Pace? La mancanza di Pace è quella interiore del cuore, senza Gesù Cristo non ci sarà mai Pace! Senza Gesù Cristo, ci  potrà essere assenza di guerra, ma non la Pace. Senza il Signore nella nostra vita, la Pace è solo una pura utopia.” P. Claudio ha aggiunto anche che la Pace manca soprattutto nelle famiglie, spesso responsabili delle tristezze che tante volte traspaiono sui volti di molti figli giovanissimi.”   

Voglio inoltre ricordare i bravi musicisti del Coro Liturgico, che hanno dato vita e animato con bravura i canti durante le Messe, rendendole più belle e solenni. Un grazie particolare va a fra Daniele e al bravissimo Coro  del Sacro Speco unito a  quello di Vasciano con Barbara, Patrizia, Tiziana e  a tutti gli altri che hanno contribuito e preso parte, venendo da altre parrocchie come il bravissimo chitarrista Fiorenzo di Terni. Grazie!!!

Infine, dulcis in fundo, ringrazio tutte quelle Donne che nel loro nascondimento, si sono rese utilissime sia nella pulizia della Chiesa che in cucina faticando tutto il giorno. A loro va il mio più sincero grazie, per avere servito il Signore in semplicità e letizia.  Amen!

 

                                                                                                                                                                 Parroco, p. Claudio Festa ofm

© Copyright Sacro Speco di San Francesco