Lunedì di Pasqua
“Santa Messa della Pace”

Il 2 Aprile 2018, in occasione del Lunedì in Albis, è stata celebrata una Messa per la Pace presso l'oratorio di San Francesco al Sacro Speco di Narni. Ma com'è nata questa consuetudine?

Come ricordano i nostri nonni, quella della “S. Messa della pace” nel giorno del Lunedì dell’Angelo, è una tradizione che affonda le radici nel passato.

Il lunedì di Pasqua, infatti, tutti gli abitanti del territorio circostante il Sacro Speco di Narni, salivano in processione fino all’Oratorio di San Francesco per ringraziare il Signore dei doni ricevuti e per chiedere la benedizione, per intercessione del Santo Francesco di Assisi, sulle attività agricole e pastorizie.

Dopo la processione e la Santa Messa, tutti i partecipanti si fermavano nel bosco per condividere il pasto. Tra le varie comunità vi erano però molti attriti e rivalità che, in tale giornata, spesso sfociavano in liti, a volte si arrivava addirittura alle mani.

Da circa una ventina di anni, su suggerimento dei frati del Convento del Sacro Speco e grazie anche alla volontà delle Pro Loco di S. Urbano, Vasciano e delle varie associazioni e confraternite di Itieli, Vascigliano, Aguzzo, Coppe e Stroncone, si è voluto dedicare questa giornata alla pace.

Tutti gli abitanti del territorio sono invitati a pregare per la pace nei cuori, nelle famiglie, tra comunità vicine, con la volontà di superare le contese spesso sorte per futili motivi.

Proprio con questo spirito di unione, la Santa Messa viene concelebrata dai Frati Minori del convento e da tutti i parroci del territorio. Al termine della celebrazione, si lasciano libere due colombe bianche come simbolo di pace e fraternità.


Laura Leonardi

© Copyright Sacro Speco di San Francesco